Il Solstizio d'estate a Stonehenge

Chi non ha mai sentito parlare del suggestivo e magico sito archeologico di Stonehenge?

Stiamo parlando di uno dei più famosi reperti archeologici a cielo aperto, situato vicino ad Amesbury in Inghilterra e risalente al periodo neolitico.

IL MISTERO DI STONEHENGE 

Com’è deducibile dal nome Stonehenge (stone = pietra + henge = cerchio di pietre), si tratta di un monumento costituito da monoliti disposti circolarmente che sembrerebbero essere stati eretti intorno al 3.000 a.C.

Varie e molteplici sono le ipotesi relative alla sua origine e alla sua funzione, ma la presenza di numerose tombe nel territorio circostante fa pensare che fosse un’enorme necropoli. Un’altra ipotesi, derivante dalla particolare disposizione delle pietre, sostiene che fosse un osservatorio astronomico dal quale poter studiare il movimento delle stelle e comprendere i cicli stagionali.

Sebbene nei secoli siano state avviate tante ricerche e numerosi studi attorno al mistero che avvolge Stonehenge, ancora oggi non esiste una tesi certa e condivisa universalmente sul motivo per il quale fu costruito e quale utilizzo avesse realmente.

IL SOLSTIZIO D’ESTATE A STONEHENGE

Ciò che è certo è che a Stonehenge si celebra ogni anno il Solstizio d’estate nella notte tra il 20 e il 21 giugno. Da tutto il mondo migliaia di persone si dirigono nel magico sito per attendere il sorgere del sole durante la notte più breve dell’anno, quella che dà il benvenuto alla stagione estiva.

Ancora oggi turisti, hippy, druidi (sacerdoti celti) e abitanti del luogo festeggiano i primi raggi del sole che poggiano sul megalite centrale attraverso cerimonie e spettacoli che rievocano gli antichi riti pagani. Dopo secoli e secoli Stonehenge mantiene la sua atmosfera incantata e attira la curiosità di una grande moltitudine di persone da tutto il pianeta.

Vuoi scoprire il tuo livello di inglese?

Puoi eseguire gratuitamente il nostro test!

VAI AL TEST