Perché non pensare in italiano per parlare in inglese

Gli italiani, si sa, non sono famosi per possedere un buon livello di conoscenza della lingua inglese. Più volte abbiamo evidenziato che l’Italia non si trova tra i posti più alti nella classifica dei paesi che parlano correntemente l’inglese.

Questa carenza è dovuta a diversi motivi tra i quali la mediocrità dell’insegnamento nel sistema scolastico nazionale, la brutta abitudine di guardare film, serie TV, documentari e programmi doppiati, la propensione degli italiani che vanno all’estero a fare combriccola con altri italiani e così via. Se è vero che per imparare bene una lingua l’ideale è vivere nel paese madrelingua, è anche doveroso sottolineare che in generale gli italiani (così come gli spagnoli e i francesi) non sono particolarmente propensi ad apprendere una lingua straniera.

Parlare in inglese o in qualsiasi altro idioma che non sia quello di appartenenza implica studio, pratica costante e una buona dose di curiosità.

NON PENSARE IN ITALIANO PER PARLARE IN INGLESE

Uno dei più grandi errori in cui ci si imbatte quando si prova a parlare in inglese è pensare in italiano e tradurre letteralmente dall’italiano all’inglese. Nonostante questo sia naturale per chiunque si approcci a una lingua diversa dalla propria, si tratta di uno degli errori più grandi che rallentano l’apprendimento e la possibilità di esprimersi con scioltezza.

Com’è noto, l’inglese ha una struttura grammaticale e sintattica decisamente diversa da quella dell’italiano. Inoltre l’inglese è una lingua in costante evoluzione che si caratterizza per l’utilizzo di frasi idiomatiche, modi di dire, phrasal verbs e costruzioni specifiche che non hanno niente a che vedere con la lingua italiana.

Per tale motivo è di fondamentale importanza lasciare l’imbarazzo alle spalle e parlare, parlare, parlare anche commettendo errori. Solo con un esercizio continuo è possibile allenare l’orecchio e abituare la mente alle diversità della lingua.

Pensare in italiano per parlare in inglese o per cercare di comprenderlo è un’autentica perdita di tempo. Il consiglio è quello di dedicare qualche minuto al giorno provando a pensare in inglese. Starai ora pensando: “Facile dirlo, ma com’è possibile farlo?”. Per quanto possa sembrare complicato, il continuo allenamento della mente porta a esiti davvero sorprendenti! Il nostro cervello è in grado di raggiungere dei risultati davvero grandiosi, fidati di te stesso e delle tue possibilità.

Vuoi scoprire il tuo livello di inglese?

Puoi eseguire gratuitamente il nostro test!

VAI AL TEST