Morris dancing

Tra le numerose tradizioni tipicamente British non possiamo dimenticare la Morris dancing.

Origini della Morris dancing

Si tratta di un ballo folk che sembrerebbe risalire al XV secolo e deriverebbe da una danza pagana in onore alla fertilità della terra.

Ancora oggi gli inglesi attribuiscono a questa danza un potere magico e propiziatorio contro il male e a favore della fortuna e della bella stagione.

Il rituale

Solitamente eseguita nel mese di maggio, la Morris dancing si svolge principalmente nelle zone rurali del Regno Unito. Ogni villaggio possiede il proprio gruppo Morris, il quale è caratterizzato da uno specifico stile di ballo e da costumi peculiari, anche se tra questi è possibile individuare degli accessori comuni quali campanelli, bastoni e fazzoletti.

Il ballo è riservato essenzialmente agli uomini perché richiede una certa prestanza fisica. Questi sono scelti e specificamente addestrati perché eseguono coreografie elaborate accompagnate dal suono delle cornamuse.

Origine del nome

Si ritrovano somiglianze con balli tradizionali di Francia, Spagna e Italia paesi nei quali pare si svolgessero come intrattenimento nelle corti. Non a caso, il termine “Morris” potrebbe risalire a “moresco” e, di conseguenza, alla cultura spagnola al tempo della dominazione araba tra l’VIII e il XV secolo.

Un’altra ipotesi attribuirebbe l’origine del nome ai Mori del Nord Africa che si dipingevano il volto di nero e appendevano campanelli alle gambe.

Ti è mai capitato di assistere alla Morris dancing? Se il tuo prossimo viaggio in terra inglese è programmato per il mese di maggio potrebbe essere una buona occasione per approfondire le tradizioni del luogo!

Vuoi scoprire il tuo livello di inglese?

Puoi eseguire gratuitamente il nostro test!

VAI AL TEST