Gli artisti inglesi più noti

Sei un amante dell’arte e della storia dell’arte? Questo articolo è ciò che fa per te!

Tra britannici e americani, la storia annovera centinaia di artisti inglesi che hanno rivoluzionato il mondo dell’arte e della cultura. Non solo letterati, cantanti o attori, bensì pittori, scultori, artigiani e architetti il cui percorso creativo ha lasciato un’impronta indelebile nell’arte di nicchia, quella di gallerie, musei, case d’asta e fondazioni.

Gli artisti inglesi più noti

Per citarne alcuni di indiscusso valore e di primaria importanza, non possiamo dimenticare William Blake (Londra 1757/1827) pittore, incisore e poeta la cui opera è stata rivalutata solamente post mortem. Altri due grandi e indimenticabili artisti inglesi furono Jhon Constable (East Bergholt 1776/Londra 1837)  e William Turner (Londra 1775/Chelsea 1851), pittori paesaggisti considerati tra i massimi rappresentanti del Romanticismo inglese e precursori dell’Impressionismo.

Una corrente che alla fine del XIX secolo ebbe un’eco fondamentale è rappresentata dal movimento artistico Arts and Crafts (Arti e Mestieri), il quale aveva lo scopo di rivendicare le arti applicate in ribellione all’incalzante industrializzazione, caratteristica di quel periodo storico, e al conseguente impoverimento delle arti decorative. Il principale esponente del movimento fu William Morris (Walthamstow 1834/Hammersmith 1896), il quale gettò le basi per la teorizzazione e definizione del design moderno. Questa corrente influenzò notevolmente l’artigianato e l’architettura del tempo verso il movimento che in seguito prese il nome di Art Nouveau.

Nel campo della scultura primeggiano Henri Moore (Castleford 1989/Much Hadham 1986) e Barbara Hepworth (Wakefield 1903/St. Ives 1975), il cui lavoro artistico anticipò l’astrattismo rievocando al contempo la scultura classica.

Avvicinandoci a tempi più recenti, non è possibile dimenticare questi artisti inglesi di fama mondiale:

– il pittore realista noto per i suoi personaggi malinconici e solitari Edward Hopper (Nyack 1882/New York 1967),

–  il controverso ma geniale Francis Bacon  (Dublino 1909/Madrid 1992),

–  l’iniziatore dell’arte di massa, nota col nome di Pop Art, Andy Warhol (Pittsburgh 1928/New York 1987),

– il collega di Warhol esponente della Pop Art Roy Lichtenstein (New York 1923/New York 1997)

– lo street artist e grande esponente del graffitismo Keith Haring (Reading 1958/New York 1990),

– il massimo rappresentante dell’espressionismo astratto Mark Rothko (Daugavpils 1903/New York 1970),

– il famosissimo Jackson Pollock (Cody 1912/Long Island 1956), iniziatore del cosiddetto Action Painting,

– i principali rappresentanti del New Dada Jasper Johns (Augusta 1930) e Robert Rauschenberg (Port Arthur 1925/Captiva Island 2008)

– il dissacratore dell’America consumistica e diretto erede di Warhol Jeff Koons (York 1955),

– il tanto discusso Damien Hirst (Bristol 1965), principale esponente del YBAs (Young British Artists),

– l’ignoto e affascinante street artist Banksy (Bristol 1974?).

Questi sono solo alcuni tra i più grandi e noti artisti inglesi a cui si devono importanti stimoli, ispirazioni e apporti culturali nella storia dell’arte. Li conoscevi tutti?

Vuoi scoprire il tuo livello di inglese?

Puoi eseguire gratuitamente il nostro test!

VAI AL TEST